Addio scheda carburante

La legge di bilancio 2018 modifica la disciplina dei rifornimenti di carburante e lubrificanti per imprese e professionisti, introducendo l’obbligo della fattura elettronica e dicendo addio alla scheda carburante a decorrere dal 1 luglio 2018.
I commi 922 e 923 della legge spingono all’uso della moneta elettronica, sia a fini di tracciabilità delle operazioni, sia per ottenere la deducibilità delle spese per carburanti per autotrazione. Con il recente provvedimento n. 73203 del 4 aprile 2018, l’Agenzia delle Entrate stabilisce, sia ai fini della detraibilità IVA, sia della deducibilità della spesa, che l’acquisto di carburanti e lubrificanti può essere effettuato con tutti i mezzi di pagamento oggi esistenti, diversi dal denaro contante:

  • bonifico bancario o postale;
  • assegni bancari e postali, circolari e non, nonché i vaglia cambiari e postali;
  • addebito diretto in conto corrente;
  • carte di credito;
  • bancomat;
  • carte prepagate;
  • ovvero altri strumenti di pagamento elettronico disponibili, che consentano anche l’addebito in conto corrente.

Esse troveranno applicazione anche nelle ipotesi in cui, sulla scorta di specifici accordi, il pagamento avvenga in un momento diverso rispetto alla cessione, come accade, ad esempio, per le carte utilizzate nei contratti cosiddetti di netting, laddove il gestore dell’impianto di distribuzione si obbliga, verso la società petrolifera, a effettuare cessioni periodiche o continuative in favore dell’utente, il quale utilizza, per il prelievo, un sistema di tessere magnetiche rilasciate direttamente dalla società petrolifera. Restano validi i sistemi, comunque denominati, di carte (ricaricabili o meno), nonché di buoni, che consentono al cessionario l’acquisto esclusivo di carburanti con medesima aliquota IVA, quando la cessione/ricarica, documentata dalla fattura elettronica di cui all’articolo 1, comma 917, della legge n. 205 del 2017, sia regolata con gli stessi strumenti di pagamento sopra richiamati.
Questo provvedimento si è naturalmente limitato a chiarire i punti sui quali l’Agenzia delle Entrate è stata chiamata in causa da un obbligo di legge, per cui nulla dice su altri aspetti operativi che si spera saranno oggetto di una successiva circolare. In particolare sarebbe importante sapere se, con la soppressione della scheda carburanti, continui a non sussistere l’obbligo – come sembra – di indicazione della targa e dei chilometri dell’automezzo all’atto del rifornimento.
Questi dati non erano più richiesti già a seguito dell’introduzione delle semplificazioni apportate nel 2012, che consentivano la rilevazione dei costi e il recupero dell’IVA direttamente da estratto conto sugli acquisti di carburate effettuati con carte di credito (per tutti gli automezzi aziendali). Allo stesso modo se dagli estratti conto e dalle fatture elettroniche non risultano i dati identificativi dell’automezzo, le amministrazioni aziendali avrebbero difficoltà nel collegare e riconciliare gli addebiti con gli acquisti e i relativi automezzi, se non avvalendosi di strumenti di pagamento di ultima generazione che permettono di associare dati aggiuntivi – come la targa del mezzo – alle transazioni effettuate. In alternativa, occorrerebbe assegnare singoli strumenti di pagamento a ciascun autoveicolo aziendale.


IL CALENDARIO DEL CONTRIBUENTE

MAGGIO 2018

Venerdì 25 Maggio 2018 MODELLI INTRASTAT Presentazione degli elenchi riepilogativi INTRASTAT da parte degli operatori intracomunitari con obbligo mensile. | Giovedì 31 Maggio 2018 SPESOMETRO Trasmissione telematica dei dati fatture relative al I trimestre 2018, per chi invia i dati trimestralmente. COMUNICAZIONE DATI LIQUIDAZIONI PERIODICHE IVA Trasmissione telematica dei dati contabili riepilogativi delle liquidazioni periodiche IVA relative al I trimestre 2018.

GIUGNO 2018

Lunedì 18 Giugno 2018 IRPEF RITENUTE ALLA FONTE SU REDDITI LAVORO DIPENDENTE E ASSIMILATI E SUI REDDITI DI LAVORO AUTONOMO Versamento delle ritenute relative ai redditi di lavoro dipendente e assimilati e sui redditi di lavoro autonomo, corrisposti nel mese di Maggio 2018. IVA CONTRIBUENTI MENSILI Termine per procedere alla liquidazione nonché al versamento dell’imposta eventualmente a debito relativa al mese di Maggio 2018. CONTRIBUTI INPS MENSILI Versamento all’INPS da parte dei datori di lavoro dei contributi previdenziali dei lavoratori dipendenti, relativi alle retribuzioni maturate nel mese di Maggio 2018. IMPOSTA SUGLI INTRATTENIMENTI Termine per il versamento dell’imposta sugli intrattenimenti del mese di Maggio 2018. IMU E TASI 2018 Termine entro il quale effettuare il versamento dell’acconto delle imposte IMU e TASI relative all’anno 2018. | Lunedì 25 Giugno 2018
MODELLI INTRASTAT Presentazione degli elenchi riepilogativi INTRASTAT da parte degli operatori intracomunitari con obbligo mensile.

LUGLIO 2018

Lunedì 2 Luglio 2018 MODELLO REDDITI 2018 – PERSONE FISICHE Termine entro il quale effettuare i versamenti delle imposte a saldo per il 2017 e I acconto 2018 risultanti dalla dichiarazione dei redditi. MODELLO REDDITI 2018 – SOCIETA’ DI PERSONE Termine entro il quale effettuare i versamenti delle imposte a saldo per il 2017 e I acconto 2018 risultanti dalla dichiarazione dei redditi. MODELLO REDDITI 2018 – SOGGETTI IRES Termine entro il quale effettuare i versamenti delle imposte a saldo per il 2017 e I acconto 2018 risultanti dalla dichiarazione dei redditi, per i soggetti con esercizio coincidente con l’anno solare e che approvano il bilancio nei termini ordinari. MODELLO IRAP 2018 Termine entro il quale effettuare i versamenti a saldo per il 2017 e I acconto 2018. DIRITTO ANNUALE CCIAA Termine entro il quale effettuare il versamento del diritto annuale camerale per l’anno 2018. DICHIARAZIONE IMU/TASI Presentazione (ove previsto) della dichiarazione IMU/TASI per variazioni avvenute nel corso del 2017. | Lunedì 16 Luglio 2018 IRPEF RITENUTE ALLA FONTE SU REDDITI LAVORO DIPENDENTE E ASSIMILATI, SUI REDDITI DI LAVORO AUTONOMO Versamento delle ritenute relative ai redditi di lavoro dipendente e assimilati e sui redditi di lavoro autonomo, corrisposti nel mese di giugno 2018. IVA – CONTRIBUENTI MENSILI Termine per procedere alla liquidazione nonché al versamento dell’imposta eventualmente a debito relativa al mese di giugno 2018. CONTRIBUTI INPS MENSILI Versamento all’INPS da parte dei datori di lavoro dei contributi previdenziali dei lavoratori dipendenti, relativi alle retribuzioni maturate nel mese di giugno 2018. IMPOSTA SUGLI INTRATTENIMENTI Termine per il versamento dell’imposta sugli intrattenimenti del mese di giugno 2018.

Massimo Valeri

Commercialista