Antica Lavorazione Carni, allevamento e prodotti di qualità

Capi di bestiame allevati all’aperto nel cuore della Val di Chiana. È quello che garantisce l’Antica Lavorazione Carni – a Cesa di Marciano della Chiana (AR) – che da oltre 60 anni è specializzata nel settore dell’allevamento della razza chianina. «La qualità delle carni e la sua eccellenza sono il frutto di un approccio genuino e naturale, tipico di un allevamento posto in un ambiente sano», tengono a precisare Umberto e Massimo Di Lorenzo, proprietari dell’aziendaSempre in Val di Chiana ha sede anche l’azienda agricola Podere La Chianina dove i due fratelli curano personalmente l’allevamento e la macellazione delle carni. 
Un ambiente creato nel lontano 1946 dal signor Di Lorenzo e avvalorato oggi dalle capacità imprenditoriali dei figli Umberto e Massimo, che hanno portato l’Antica Lavorazione Carni a essere un’azienda leader su tutto il territorio nazionale. «L’alta qualità delle carni è testimoniata dal marchio di Indicazione Geografica Protetta, ed è quindi un prodotto garantito, sicuro e particolarmente gustoso. La maggior garanzia di qualità risiede nella possibilità del cliente di scegliere e acquistare la carne direttamente dal produttore, beneficiando di un rapporto qualità-prezzo unico» spiegano i proprietari. 
L’alta professionalità aziendale, la capacità imprenditoriale e l’intuito commerciale dei fratelli Di Lorenzo, hanno permesso alla società di crescere negli anni, sia dal punto di vista della quota di mercato, sia per quanto riguarda i ricavi aziendali. «Nonostante il periodo di difficoltà economica a livello globale, la società è riuscita, non solo a consolidare i risultati ottenuti durante gli anni passati, ma ha trovato anche nuovi sbocchi di mercato, proponendo nuovi prodotti in grado di adeguarsi alle nuove richieste del consumatore. Proprio in questa ottica è nato il progetto Prodotti di Carne Chianina, che consiste nella realizzazione di hamburger congelati di carne chianina IGP e bresaola di carne chianina IGP. Il primo prodotto è stato presentato alla nostra clientela ed è stato accolto con grande entusiasmo, riscuotendo molto successo. Stesso discorso per la bresaola – che prevede lunghi tempi di stagionatura – e che ha ottenuto consenso sia sul mercato nazionale che in quello comunitario». 
Ad oggi il vitellone bianco dell’Appennino centrale è l’unico marchio di qualità IGP per la carne bovina fresca prodotta in Italia e la sua qualità è un insieme di combinazioni tra predisposizione genetica, sistemi di allevamento e di alimentazione. «Il vitellone ha una carne succulenta, fortificante e nutriente. Sriconosce dal colore rosso vivo, dalla grana serrata, soda ed elastica al tocco, dai piccoli filetti di grasso che solcano la massa muscolare e dallo spessore esteriore del grasso, bianco o giallo chiaro. Queste sono qualità che derivano dalla razza e dal regime alimentare durante il periodo dell’ingrassamento», concludono gli allevatori Di Lorenzo.

Agnese Priorelli

Giornalista