Martini Alimentare, per un coniglio di qualità

Il Gruppo Martini, che con Martini Alimentare è leader a livello nazionale nel comparto delle carni, ha festeggiato pochi mesi fa i 100 anni di attività. Era, infatti, il 1918 quando Enrico Martini fondò un’azienda impegnata nel commercio di cereali, che poi divenne produttrice di mangimi ottimizzati.
La dedizione e la competenza di tutta la famiglia Martini hanno permesso all’azienda, nel corso del tempo, di specializzarsi nell’allevamento di suini, conigli e polli e nella lavorazione delle carni, fino ad arrivare alla grande realtà che oggi conta dieci stabilimenti produttivi in tutta Italia, più di 2.000 persone tra collaboratori diretti e indotto, e cinque livelli di lavorazione delle carni. L’azienda è guidata da Carla, Fabio e Maria Pia Martini, figli di Ezio Martini, nonché dai loro figli: una grande storia che abbraccia ben quattro generazioni.
Il Gruppo si avvale di laboratori, di centri di ricerca e di stabilimenti per la selezione e l’allevamento delle migliori carni suine, di pollo e di coniglio, delle quali segue anche le fasi della macellazione e della trasformazione, dal taglio alla preparazione finale. Le due divisioni del gruppo – la zootecnica e l’alimentare, distinte, ma complementari – offrono il massimo della qualità, nel rispetto della tradizione e di una naturale vocazione all’innovazione.
La Divisione Martini Alimentare, che nel 2014 ha creato uno stabilimento dedicato ai prodotti innovativi e alla ricerca e sviluppo, ha come mission Il Gusto della Qualità ottenuta grazie alla qualità delle materie prime, all’efficienza e alla creatività degli chef della grande cucina Martini e al costante e rigoroso controllo di ogni fase della produzione. La sicurezza delle carni è, infatti, garantita da un ente esterno e indipendente che, tramite l’applicazione di standard internazionali, certifica periodicamente i processi di lavorazione.
Per Martini è importante garantire questa sicurezza di qualità in particolare per le carni di coniglio, che devono derivare da linee genetiche accuratamente selezionate. Ecco perché ha dato vita al Centro Genetica di Santa Maria Codifiume (FE), attivo dal 2003 e in costante sviluppo; la struttura è dotata delle più moderne attrezzature ed è all’avanguardia per controlli ambientali e protezione sanitaria degli animali. Il tutto unito alla continua collaborazione con le università impegnate nella ricerca. Un approccio che permette a Martini di creare prodotti di prime e seconde lavorazioni, ma anche elaborati come il gustoso Arrosto delle feste con funghi porcini o l’hamburger di coniglio delicatamente aromatizzato.

Agnese Priorelli

Giornalista