Una carne magra e digeribile

Il coniglio è un mammifero appartenente alla famiglia dei Leporidi, la stessa cui appartiene anche la lepre; viene allevato in gabbie o recinti e macellato all’età di 11-13 settimane, quando ha raggiunto il peso di circa 2 kg.
La carne è molto digeribile, soprattutto se l’animale non ha superato l’anno di età; è, infatti, molto tenera ed estremamente saporita. Purtroppo non è facile da cucinare e ciò, probabilmente, è la causa della sua minor diffusione rispetto ad altri tipi di carne. La carne di coniglio è ricca di proteine (19,9 g per 100 g), povera di grassi (4,3 g per 100 g) e colesterolo (60 mg per etto), quindi il suo valore alimentare può essere considerato tra i più elevati. Il suo contento in aminoacidi è del tutto simile a quello delle carni bovine, suine, di agnello e di pollo. Buono il contenuto di acidi grassi insaturi e quello di sali minerali, in particolare potassio (360 mg per 100 g), magnesio (22 mg per 100 g) e fosforo (220 mg per 100 g), quest’ultimo presente in quantità maggiore rispetto ad altre tipologie di carne. La scarsità di sodio (52 mg per 100 g) rende il coniglio particolarmente indicato per gli individui affetti da ipertensione, e per la sua alta digeribilità è adatto alla dieta di anziani e di bambini. Per quanto concerne le vitamine, da notare soprattutto l’elevata presenza di quelle del gruppo B, in particolare la niacina (6,3 mg per 100 g). Buono anche il contenuto di ferro. La carne è magra e poco calorica (118 kcal per 100 g), può quindi essere tranquillamente inserita nei regimi alimentari a basso introito calorico. Vista la sua composizione, può essere consumata da persone di tutte le età ed è adatta anche per l’alimentazione in convalescenza.
La carne di coniglio può essere cucinata al vapore, arrosto o in umido. È considerata ipoallergenica ed è per questo motivo che viene utilizzata nella formulazione dei preparati alimentari destinati all’alimentazione infantile (omogeneizzati).

Composizione chimica e valore energetico per 100 g di parte edibile 
Acqua (g)  74,9
Proteine (g)  19,9 
Lipidi (g)  4,3 
Energia (Kcal)   118 
Colesterolo (mg)  60 
Sodio (mg)  52 
Potassio (mg)  360 
Ferro (mg)  1,0 
Calcio (mg)  22 
Fosforo (mg)  220
Magnesio (mg)  22
Tiamina (mg)  0,03 
Riboflavina (mg)  0,30 
Niacina (mg)  6,30 

Tabelle di Composizione degli Alimenti – INRAN (Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione) 

Elisa Maestrini

Dietista, Specialista in Scienze dell'Alimentazione e della Nutrizione Umana