Corrispettivi telematici: ancora un adempimento

A oggi, come noto, ai sensi dall’art. 22 del DPR 633/72, i commercianti al minuto non sono tenuti a emettere fattura – salvo che sia stata richiesta dal cliente – e certificano i corrispettivi mediante rilascio della ricevuta fiscale, ovvero dello scontrino fiscale. 
Per effetto di quanto stabilito dal D.L.119/2018, a partire dal 1 luglio 2019 per certi contribuenti è prevista l’entrata in vigore dell’obbligo di inviare telematicamente i corrispettivi all’Agenzia delle Entrate. 
Come accennato, la decorrenza di tale nuovo obbligo è differenziata a seconda dell’ammontare del volume d’affari realizzato. Infatti, l’obbligo sussiste, rispettivamente, dal 1 luglio 2019 per i soggetti con un volume d’affari superiore ad € 400.000 e dal 1 gennaio 2020, per tutti i soggetti, a prescindere dall’ammontare del volume d’affari. 
Con riferimento alla prima ipotesi, si fa presente che è necessario verificare il volume d’affari al 31.12.2018, emergente dal modello IVA 2019. Dal punto di vista procedurale, l’adempimento di tale obbligo presuppone la dotazione, in capo agli esercenti attività al dettaglio, dei cosiddetti registratori telematici o di nuovi strumenti, individuati successivamente dall’Agenzia delle Entrate, come, ad esempio, un portale web dedicato. 
Dal punto di vista sostanziale, a partire dall’1.1.2020 tale obbligo, con riferimento all’invio telematico dei corrispettivi, è accompagnato dall’abrogazione della tenuta del registro dei corrispettivi. 
Di conseguenza per i soggetti esercenti tali attività, dall’1.7.2019 o dall’1.1.2020, le modalità di certificazione dell’operazione, salvi i casi di esonerosaranno: 

  • l’emissione della fattura in formato elettronico; 
  • l’emissione dello scontrino fiscale, con trasmissione del dato in modalità telematica. 

Tale conclusione comporta inevitabilmente un cambiamento dal punto di vista procedurale, in capo a quei soggetti che, sino al 31.12.2019, hanno certificato l’operazione con la sola annotazione nel registro dei corrispettivi delle operazioni. 

Per quanto riguarda il regime sanzionatorio, in caso di corretta certificazione dell’operazione, ma ritardata od omessa comunicazione, la sanzione amministrativa è stabilita da un minimo di € 250 a un massimo di € 2.000 

 

IL CALENDARIO DEL CONTRIBUENTE

MAGGIO 2019 – Giovedì 16 maggio IRPEF RITENUTE ALLA FONTE SU REDDITI LAVORO DIPENDENTE E ASSIMILATI, SUI REDDITI DI LAVORO AUTONOMO Versamento delle ritenute relative ai redditi di lavoro dipendente e assimilati e sui redditi di lavoro autonomo, corrisposti nel mese di aprile 2019IVA CONTRIBUENTI MENSILI Termine per procedere alla liquidazione nonché al versamento dell’imposta eventualmente a debito relativa al mese di aprile 2019IVA LIQUIDAZIONE TRIMESTRALE Termine per procedere alla liquidazione nonché al versamento dell’imposta eventualmente a debito relativa al I trimestre 2019. CONTRIBUTI INPS MENSILI Versamento all’INPS da parte dei datori di lavoro dei contributi previdenziali dei lavoratori dipendenti, relativi alle retribuzioni maturate nel mese di Aprile 2019CONTRIBUTI INPS IVS – ARTIGIANI E COMMERCIANTI Ultimo giorno utile per il versamento dei contributi IVS – I rata fissa 2019INAIL Regolazione 2018 e rata 2019 – invio retribuzioni e versamento premio totale o I rataIMPOSTA SUGLI INTRATTENIMENTI Termine per il versamento dell’imposta sugli intrattenimenti del mese di aprile 2019Lunedì 27 maggio MODELLI INTRASTAT Presentazione degli elenchi riepilogativi INTRASTAT da parte degli operatori intracomunitari con obbligo mensileVenerdì 31 maggio ESTEROMETRO Trasmissione telematica della comunicazione relativa al mese precedente dei dati fatture emesse/ricevute a/da soggetti UE/extra UECOMUNICAZIONE DATI LIQUIDAZIONI PERIODICHE IVA Trasmissione telematica dei dati contabili riepilogativi delle liquidazioni periodiche IVA relative al I trimestre 2019.  

GIUGNO 2019 – Lunedì 17 Giugno IRPEF RITENUTE ALLA FONTE SU REDDITI LAVORO DIPENDENTE E ASSIMILATI E SUI REDDITI DI LAVORO AUTONOMO 
Versamento delle ritenute relative ai redditi di lavoro dipendente e assimilati e sui redditi di lavoro autonomo, corrisposti nel mese di maggio 2019IVA CONTRIBUENTI MENSILI  
Termine per procedere alla liquidazione nonché al versamento dell’imposta eventualmente a debito relativa al mese di maggio 2019CONTRIBUTI INPS MENSILI Versamento all’INPS da parte dei datori di lavoro dei contributi previdenziali dei lavoratori dipendenti, relativi alle retribuzioni maturate nel mese di maggio 2019IMPOSTA SUGLI INTRATTENIMENTI Termine per il versamento dell’imposta sugli intrattenimenti del mese di maggio 2019IMU E TASI 2019 Termine entro il quale effettuare il versamento dell’acconto delle imposte IMU e TASI relative all’anno 2019Martedì 25 giugno MODELLI INTRASTAT Presentazione degli elenchi riepilogativi INTRASTAT da parte degli operatori intracomunitari con obbligo mensile. 

Massimo Valeri

Commercialista