Riapertura e ampliamento di attività commerciali nei piccoli comuni

Tra le principali novità introdotte nel corso della conversione in legge del decreto Crescita (D.L. n. 34/2019) spiccano senz’altro i nuovi incentivi per la promozione dell’economia locale nei piccoli comuni. A partire dal 1 gennaio 2020, infatti, chi amplia o riapre un esercizio commerciale chiuso da almeno sei mesi potrà beneficiare di un rimborso integrale dei tributi comunali per quattro anni. Gli incentivi riguardano solo i negozi situati in comuni con meno di 20.000 abitanti. 
Per avere diritto al beneficio è necessario essere in regola con i pagamenti dei tributi locali. L’entità dello sgravio, infatti, è rapportata alla somma dei tributi comunali dovuti dall’esercente e regolarmente pagati nell’anno precedente a quello nel quale è presentatala richiesta di concessione, fino al 100% dell’importo. L’agevolazione riguarda la riapertura o l’ampliamento di esercizi commerciali chiusi, mentre restano esclusi i subentri, a qualunque titolo, in attività già esistenti precedentemente interrotte. 
Sono altresì escluse dalle agevolazioni le aperture di nuove attività e le riapertureconseguenti a cessione di un’attività preesistente da parte del medesimo soggetto che la esercitava in precedenza o, comunque, di un soggetto, anche costituito in forma societaria, che sia a esso direttamente o indirettamente riconducibile. 
Sono ammesse a fruire dell’agevolazione le iniziative finalizzate alla riapertura di esercizi commerciali operanti nei settori dell’artigianato, del turismo nella fornitura di servizi destinati alla tutela ambientale, alla fruizione di beni culturali e al tempo libero, nonché commercio al dettaglio, compresa la somministrazione di alimenti e di bevande al pubblico. I comuni con meno di 20.000 abitanti dovranno istituire, nell’ambito del proprio bilancio, un fondo da destinare alla concessione dell’agevolazione. 
Chi gestisce un’attività nei piccoli comuni italiani o ha intenzione di farlo può accedere alle agevolazioni presentando al Comune nel quale è situato l’esercizio commerciale riaperto o ampliato, dal 1 gennaio al 28 febbraio di ogni anno la richiesta, redatta in base a un apposito modellononché la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà attestante il possesso dei requisiti per poter accedere al contributo. 
Il Comune, dopo aver effettuato i controlli sulla documentazione ricevuta, determina la misura del contributo spettante, previo riscontro del regolare avvio e mantenimento dell’attività. I contributi sono concessi, nell’ordine cronologico di presentazione delle richieste, fino all’esaurimento delle risorse iscritte nel bilancio comunale. Non è previsto, quindi, nessun click day. 


IL CALENDARIO DEL CONTRIBUENTE

Settembre 2019

Lunedì 2 ESTEROMETRO. Trasmissione telematica della comunicazione relativa al mese precedente dei dati fatture emesse/ricevute a/da soggetti UE/extraUE. | Lunedì 16 | IRPEF RITENUTE ALLA FONTE SU REDDITI LAVORO DIPENDENTE E ASSIMILATI, SUI REDDITI DI LAVORO AUTONOMO Versamento delle ritenute relative ai redditi di lavoro dipendente e assimilati e sui redditi di lavoro autonomo, corrisposti nel mese di agosto 2019. IVA – CONTRIBUENTI MENSILI Termine per procedere alla liquidazione nonché al versamento dell’imposta eventualmente a debito relativa al mese di agosto 2019. CONTRIBUTI INPS MENSILI Versamento all’INPS da parte dei datori di lavoro dei contributi previdenziali dei lavoratori dipendenti, relativi alle retribuzioni maturate nel mese di agosto 2019. IMPOSTA SUGLI INTRATTENIMENTI Termine per il versamento dell’imposta sugli intrattenimenti del mese di agosto 2019. COMUNICAZIONE DATI LIQUIDAZIONI PERIODICHE IVA Trasmissione telematica dei dati contabili riepilogativi delle liquidazioni periodiche IVA relative al II trimestre 2019. | Mercoledì 25 | MODELLI INTRASTAT Presentazione degli elenchi riepilogativi INTRASTAT da parte degli operatori intracomunitari mensili. | Lunedì 30 settembre | ESTEROMETRO Trasmissione telematica della comunicazione relativa al mese precedente dei dati fatture emesse/ricevute a/da soggetti UE/extraUE MODELLO REDDITI 2019 Termine entro il quale effettuare i versamenti delle imposte e contributi a saldo per il 2018 e I acconto 2019 e del diritto annuale CCIAA, per i soggetti a cui si applicano i nuovi ISA.

Ottobre 2019

Mercoledì 16 ottobre | IRPEF RITENUTE ALLA FONTE SU REDDITI LAVORO DIPENDENTE E ASSIMILATI E SUI REDDITI DI LAVORO AUTONOMO Versamento delle ritenute relative ai redditi di lavoro dipendente e assimilati e sui redditi di lavoro autonomo, corrisposti nel mese di settembre 2019. IVA – CONTRIBUENTI MENSILI Termine per procedere alla liquidazione nonché al versamento dell’imposta eventualmente a debito relativa al mese di settembre 2019. CONTRIBUTI INPS MENSILI Versamento all’INPS da parte dei datori di lavoro dei contributi previdenziali dei lavoratori dipendenti, relativi alle retribuzioni maturate nel mese di settembre 2019. IMPOSTA SUGLI INTRATTENIMENTI Termine per il versamento dell’imposta sugli intrattenimenti del mese di settembre 2019. | Venerdì 25 | MODELLI INTRASTAT Presentazione degli elenchi riepilogativi INTRASTAT da parte degli operatori intracomunitari mensili e trimestrali. | Giovedì 31 | MODELLO 770 Termine per la presentazione in via telematica della dichiarazione 770 per le ritenute versate nel 2018. CERTIFICAZIONE UNICA 2019 Termine come da proroga, per l’invio telematico all’Agenzia delle Entrate da parte dei sostituti d’imposta della Certificazione Unica 2019 contenente esclusivamente redditi 2018 non dichiarabili tramite Mod. 730/2019 (ad esempio, compensi corrisposti a lavoratori autonomi titolari di partita IVA). IVA RIMBORSO/COMPENSAZIONE TRIMESTRALE Termine per la richiesta di rimborso/compensazione dell’IVA a credito del trimestre precedente (luglio-settembre 2019). ESTEROMETRO Trasmissione telematica della comunicazione relativa al mese precedente dei dati fatture emesse/ricevute a/da soggetti UE/extraUE. 

Massimo Valeri

Commercialista