Borghini, il sapore di una volta

La Borghini Srl nasce nel 1981 per volontà dei fratelli Fabio e Alessandro. L’azienda toscana inizialmente aveva l’obiettivo di diventare un punto di riferimento per gli operatori del settore macelleria, concentrandosi nella ricerca di prodotti di alta qualità in grado di soddisfare tutte le esigenze degli operatori del settore. Proprio in questa ottica si pongono i primi esperimenti d’importazione diretta del pepe da paesi produttori come l’India. Nel 1985, poi, l’azienda scopre la sua vera natura, dando vita a quello che oggi è il prodotto maggiormente conosciuto dai consumatori: le erbe piccanti per spaghetti, frutto di importanti consigli di un erborista amante della cucina. Contemporaneamente viene dato il via alla produzione della linea dei vasetti in vetro e al confezionamento delle spezie in tutti i formati: dal mini-pacchetto alla busta da un chilo. Il mondo della frutta secca è dietro l’angolo e nello stesso periodo Borghini scopre questo universo, instaurando rapporti con produttori nazionali ed esteri. Gli anni Novanta sono un punto di svolta: viene allargato il raggio di azione, nonché la penetrazione nel mercato, diventando così una marca conosciuta in tutto il centro Italia.  
Nel 1996, in concomitanza con l’apertura del nuovo stabilimento nella zona industriale di Arezzo, arriva il riconoscimento del bollo CEE per quanto riguarda lo stoccaggio e la distribuzione delle budella animali per insacco 
Nel nuovo millennio, dopo dell’ampliamento dello stabilimento – oggi occupa circa 3.000 metro quadrati – l‘azienda si espande ancora attraverso la creazione di una nuova linea di erbe, spezie, miscele biologiche, frutta secca e condimenti per insalate, non solo per il mercato interno, ma anche per quello internazionale.  
Da non dimenticare nemmeno le farine di frutta secca tra cui quelle alle noci, la frutta disidratata, le tisane di fiori e frutta e gli snack, anch’essi rigorosamente di frutta secca. Le noci, ad esempio, oltre a essere di per sé un alimento gustoso e ricco di principi nutritivi, sono anche un ingrediente versatile, che ben si presta ad arricchire ricette sia salate sia dolci. 
L’azienda, che applica un sistema di qualità certificato secondo lo standard BRC, esegue sempre un’accurata selezione dei fornitori e dei prodotti, italiani come esteri, per poter offrire ai clienti il meglio di ogni raccolto.   
Ma non è tutto: Borghini porta sulla tavola anche zuppe, polenta, risotti, vellutate e tutti i sapori di una volta, con le Ricette della Nonna o i Sapori toscani. Una realtà in continua espansione che oggi conta quindici dipendenti al suo interno e una ventina di agenti distribuiti in tutto il centro Italia. 

Agnese Priorelli

Giornalista