Non solo manzo: le bresaole di Bernardini Gastone

Tradizione e creatività vi permettono di offrire prodotti di alta qualità in linea coi tempi, come le vostre particolari bresaole: quali sono, cosa vi ha spinto a realizzarle e tra esse quale rappresenta meglio tale connubio?
L’offerta della Linea Bresaole è ampia, variegata e di alta qualità, in piena sintonia con i principi fondanti della nostra azienda, che lavora con l’obiettivo di proporre ai professionisti del Food Service prodotti che, sfruttando la semplicità di utilizzo di un affettato, consentano di presentare in tavola antipasti o pietanze di notevole impatto qualitativo. Abbiamo bresaole di montagna, di terra e di mare; dalle più conosciute di tacchino e di manzo, a quelle realizzate con carni nobili di autentica selvaggina, fino alla bresaola di tonno, che potremmo proporre come rappresentante perfetta del connubio di tradizione e creatività che caratterizza da sempre la nostra filosofia

 

Bresaola di tacchino, di cinghiale e di cervo: ci sono abbinamenti capaci di esaltarne al meglio le caratteristiche sensoriali?
Per la delicata bresaola di tacchino è indicato un abbinamento con crema di sedano rapa e maggiorana che col sapore erbaceo-speziato, più delicato dell’origano, conferisce alla carne di tacchino note di freschezza capaci di esaltarne il sapore raffinato; per il gusto deciso della bresaola di cinghiale è perfetto un abbinamento con pere, miele, uvetta e pinoli, un mix di elementi dal carattere dolce e deciso; la saporita bresaola di cervo invece trova nelle punte di asparagi e brie o nei carciofi in salsa di timo abbinamenti capaci di valorizzarne sia le note olfattive un po’ terrose e selvatiche, sia il retrogusto dolciastro. In genere per le bresaole di selvaggina sono indicate salse di parmigiano e noci, di sedano rapa, ma anche di castagne: il sapore deciso e un po’ autunnale di noci e castagne richiama quegli odori freschi e un po’ terrosi del bosco in cui vivono questi animali.

Bresaola di manzo: quale è secondo lei la ricetta infallibile?
L’abbinamento infallibile per la bresaola di manzo è senza dubbio quello classico con scaglie di rucola e grana, completato da un filo d’olio: il retrogusto piccante del parmigiano compensa la poca sapidità della carne, mentre la rucola bilancia le note dolciastre del delicato magro di manzo; una variante più ricercata ma sempre in linea con la precedente può essere l’abbinamento con formaggio spalmabile e pinoli.

 

I gusti, si sa, seguono le mode del momento… secondo lei, quali sono a oggi le bresaole che vanno per la maggiore?
Tra i gusti che vanno per la maggiore ovviamente c’è sempre la bresaola per eccellenza, la classica di manzo, ma, per dare spazio alle novità, la nostra bresaola di tonno merita una nota di rilievo. Ottenuta tramite la selezione dei migliori filetti di pregiato tonno pinne gialle, questa bresaola può essere servita semplicemente condita con una vinaigrette di olio e arancia oppure arricchita con pomodorini, rucola e melograno. Decisamente un gusto fresco e moderno in linea con le novità dell’arte culinaria.

 

Quali sono i principi guida per bresaole di qualità?
I principi guida sono tre: la maestria delle nostre lavorazioni, l’attenta scelta dei tagli migliori e la materia prima determinante nel raggiungimento della qualità più alta.

 

Angela Menganna

Esperta in Comunicazione e Marketing