Frutta & Verdura, new design

I reparti di ortofrutta e i negozi di frutta e verdura di successo vengono curati come vere e proprie boutique. Le aree dedicate a questi prodotti sono infatti pressoché raddoppiate negli ultimi 10 anni ed è spasmodicamente aumentata la cura e la ricercatezza espositiva, a cominciare dalla disposizione degli spazi e dai materiali d’arredamento: più legno e meno plastica, spazi ampi, massima attenzione alla presentazione del prodotto ed enfasi sull’effetto scenico.
La tendenza attuale vede l’ortofrutta sempre più come un acquisto d’impulso e non più programmato. Oggi il consumatore arriva nel punto vendita e, vedendo l’esplosione di colori, è tentato di acquistare. Inoltre tutti stanno puntando moltissimo sulla frutta e la verdura per via dei trend che vedono crescere i consumi di frutta fresca e verdura bio, all’insegna di un’alimentazione sempre più salutare.
L’attenzione al dettaglio è maniacale, vengono persino assoldati importanti architetti per ridisegnare gli spazi espositivi. Nelle stesse grandi catene il reparto ortofrutta è l’unico dove non si bada a spese. Infatti la strategia più comune utilizzata oggi dalla GDO in Italia è quella di posizionare il reparto proprio all’ingresso del punto vendita, come se fosse un biglietto da visita.
Come facilmente intuibile, esiste un tacito divieto di utilizzare la plastica. Meglio il legno, ma attenzione: la finitura deve assolutamente essere naturale, per trasmettere appunto naturalezza e calore. Per contenere i prodotti infatti è meglio optare per cassette, ripiani o espositori in legno chiaro. Anche i banconi dove riporre casse e bilance sono preferibili in legno, mentre per le strutture a muro e per il posizionamento delle cassette è il ferro battuto – meglio ancora se brunito – a fare da padrone. Le pareti sono rigorosamente calde, con mattoni a vista del tipico rosso naturale, mentre per la cartellonistica o per alcune aree delimitate delle pareti stesse va molto di moda lo sfondo scuro, effetto lavagna.
In generale i colori di contorno rimandano esplicitamente alla natura: beige, marrone scuro e verde erba. Anche l’illuminazione è estremamente importante per incrementare le vendite: basti pensare che le case più importanti di illuminotecnica hanno sviluppato intere linee di lampade esclusivamente per rendere più brillanti e accattivanti i colori del reparto ortofrutta.
I due aspetti principali da considerare quando si parla di illuminazione di un negozio di frutta e verdura sono quello di mettere in risalto il prodotto e quello di illuminare l’ambiente. Le migliori luci per enfatizzare i prodotti sono indubbiamente posizionate sopra i prodotti stessi, con faretti a soffitto o con strisce led dotate di diffusore opalino. Laddove si abbiano soffitti molto alti si può optare per l’impiego di lampade a sospensione, creando così un effetto generale più intimo. In generale però la regola da seguire è di utilizzare luci fredde sui prodotti e optare invece per luci calde d’ambiente.
Con l’aumentare degli spazi espositivi si ha la possibilità di estendere la proposta dei prodotti, introducendo soluzioni elaborate come zuppe fresche, succhi o smoothies; se si vuole puntare sull’effetto scenico – che normalmente risulta una soluzione vincente perché incentiva gli acquisti d’impulso – si possono introdurre centrifugati di frutta fresca fatti al momento o, se si hanno dei buoni volumi di clientela, un’esposizione di vere e proprie montagne di frutta e verdura. In questi casi risulta fondamentale lo studio e la progettazione di espositori personalizzati, realizzati ad hoc, in modo che il prodotto non cada.
In definitiva: aumentare il fatturato di un negozio di frutta e verdura o di un reparto di ortofrutta è possibile. Occorre impegno e perseveranza, ma soprattutto serve attenzione verso il cliente, affinché esso si trovi a proprio agio e sia quindi stimolato ad entrare, acquistare e, soprattutto, a ritornare.

Andrea Rocchi

Interior Designer