Data

Ago 04 2020

UmbriamEAting, ristoranti uniti per valorizzare l’agro-alimentare

UmbriamEAting, associazione nata tra i ristoratori umbri, ha come obiettivo quello di valorizzare le produzioni umbre, la rete di filiera, la qualità, la sostenibilità e, ovviamente, la formazione. Il periodo di chiusura a causa del Covid-19 è stato un’occasione per guardare dentro e fuori l’attività e serrare le fila della ristorazione umbra.
A guidare l’associazione c’è Paolo Trippini, chef del ristorante di famiglia a Civitella del Lago. «L’associazione è nata su iniziava di colleghi-amici: Luigi Cimino, Alessandro Lestini, Federico Russo e Stefano Sorbini; il nostro obiettivo primario è la tutela e la valorizzazione delle produzioni agro-alimentari umbre. Vogliamo creare un circuito tra ristorazione e fornitori nel rispetto delle caratteristiche di proposta, del posizionamento del ristorante e della clientela alla quale ci rivolgiamo. Tutti, dalla trattoria al ristorante gourmet, devono dare il meglio di sé. Per questo stiamo lavorando al rispetto della filiera di produzione, coinvolgendo fornitori appassionati e disponibili tra i più rappresentavi della nostra terra, che sappiano unire qualità e sostenibilità» spiega il presidente Trippini.
Un punto fondamentale sarà la formazione, non solo verso le nuove leve – rivolgendo l’attenzione agli studenti degli Istituti alberghieri – ma anche verso l’esistente, cuochi e addetti alla sala; questo alla luce di un’analisi obiettiva sullo stato dell’arte. Tra le iniziative in programma non va dimenticata la condivisione del progetto Umbrex, moneta di scambio che si sta applicando in varie regioni italiane cui sono collegati i numerosi servizi che ogni associato avrà a disposizione.

The event is finished.