Tracciati anche dal dottore!

Dal primo gennaio 2020 le spese sanitarie e tutti gli altri oneri previsti dall’art.15 del DPR 917/1986 (TUIR), da portare in detrazione IRPEF al 19% nella dichiarazione dei redditi (730 o Unico), devono essere pagati con carte, bonifici, assegni, sistemi digitali o comunque tracciabili. A prevederlo è stata la Legge di Bilancio 2020 (articolo 1 commi 679-680 della legge 160/2019).
Le uniche eccezioni riguardano le spese mediche effettuate in farmacia, presso la sanitaria o dall’ottico (medicinali e dispositivi medici) che potranno continuare a essere detratte anche se pagate in contanti (al Fisco i dati tracciati arriveranno comunque, per la predisposizione della dichiarazione precompilata, tramite scontrino parlante), così come le prestazioni sanitarie rese da strutture pubbliche o private convenzionate con il SSN.
Per le prestazioni effettuate intramoenia presso ospedali e strutture pubbliche bisognerà invece pagare comunque con metodo tracciabile.
Inoltre, sempre dal 1 gennaio 2020, è vietato l’utilizzo del contante anche per tutte le altre spese detraibili, oltre alle spese sanitarie viste sopra, come ad esempio interessi per mutui ipotecari per acquisto immobili, spese per istruzione, spese funebri, spese per l’assistenza personale, spese per attività sportive dei ragazzi, spese per intermediazione immobiliare, spese per canoni di locazione sostenute da studenti universitari fuori sede, erogazioni liberali, spese relative a beni soggetti a regime vincolistico, spese veterinarie, premi per assicurazioni sulla vita e contro gli infortuni, spese sostenute per l’acquisto di abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale, etc.
Pertanto, per tali spese il pagamento dovrà essere necessariamente effettuato mediante carte di credito/debito, bancomat, bonifico bancario, bonifico postale, assegno.
Ai fini della detrazione di tali spese dalla propria dichiarazione dei redditi, sarà necessario quindi esibire e conservare sia la fattura/ricevuta comprovante la spesa sostenuta, sia il documento che attesta l’avvenuto pagamento tracciato.
Ad esempio, se si paga con il bancomat una delle spese sanitarie che prevedono l’utilizzo di un metodo tracciabile, non basterà conservare copia della fattura o dello scontrino fiscale rilasciato, ma anche copia del pagamento POS o altro giustificativo della spesa come l’estratto conto. Perché in questo modo si può fornire al Fisco, in caso di controllo ai fini della detrazione, l’abbinamento del pagamento tracciato con la spesa fatturata.
A tal fine, è consigliabile far inserire nella fattura o ricevuta rilasciata il metodo con cui è stato effettuato il pagamento.

 


IL CALENDARIO DEL CONTRIBUENTE

MARZO 2020

Lunedì 9 marzo CERTIFICAZIONE UNICA 2020-REDDITI 2019 Termine per l’invio telematico all’Agenzia delle Entrate delle Certificazioni Uniche 2020, relativi ai redditi corrisposti e alle ritenute operate nell’anno 2019. | Lunedì 16 marzo IRPEF RITENUTE ALLA FONTE SU REDDITI LAVORO DIPENDENTE E ASSIMILATI, SUI REDDITI DI LAVORO AUTONOMO Versamento delle ritenute relative ai redditi di lavoro dipendente e assimilati e sui redditi di lavoro autonomo, corrisposti nel mese di febbraio 2020. IVA CONTRIBUENTI MENSILI Termine per procedere alla liquidazione nonché al versamento dell’imposta eventualmente a debito relativa al mese di febbraio 2020. IVA LIQUIDAZIONE ANNUALE Versamento dell’imposta relativa al 2019 risultante dalla dichiarazione annuale, differibile con maggiorazione dello 0,4% per ogni mese o frazione per i contribuenti che presentano la dichiarazione unificata annuale. CONTRIBUTI INPS MENSILI Versamento all’INPS da parte dei datori di lavoro dei contributi previdenziali dei lavoratori dipendenti, relativi alle retribuzioni maturate nel mese di febbraio 2020. IMPOSTA SUGLI INTRATTENIMENTI Termine per il versamento dell’imposta sugli intrattenimenti del mese di febbraio 2020. TASSA ANNUALE LIBRI CONTABILI E SOCIALI Versamento da parte delle società di capitali della tassa annuale per la tenuta dei libri contabili e sociali per l’anno 2020. | Mercoledì 25 marzo ELENCHI INTRASTAT Presentazioni elenchi Intrastat mensili (febbraio 2020) | Martedì 31 marzo CU 2020 SINTETICA Consegna della certificazione dei redditi da lavoro dipendente e assimilati nonché delle certificazioni dei redditi di lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi relative all’anno 2019.

APRILE 2020

Giovedì 16 aprile IRPEF RITENUTE ALLA FONTE SU REDDITI LAVORO DIPENDENTE E ASSIMILATI E SUI REDDITI DI LAVORO AUTONOMO Versamento delle ritenute relative ai redditi di lavoro dipendente e assimilati e sui redditi di lavoro autonomo, corrisposti nel mese di marzo 2020. IVA CONTRIBUENTI MENSILI Termine per procedere alla liquidazione nonché al versamento dell’imposta eventualmente a debito relativa al mese di marzo 2020. CONTRIBUTI INPS MENSILI Versamento all’INPS da parte dei datori di lavoro dei contributi previdenziali dei lavoratori dipendenti, relativi alle retribuzioni maturate nel mese di marzo 2020. IMPOSTA SUGLI INTRATTENIMENTI Termine per il versamento dell’imposta sugli intrattenimenti del mese di marzo 2020. | Lunedì 20 aprile IMPOSTA DI BOLLO FATTURE ELETTRONICHE Termine per il versamento tramite modello F24 dell’imposta di bollo virtuale applicata sulle fatture elettroniche emesse nel I trimestre 2020, nel caso l’importo da versare superi 1.000 euro. | Lunedì 27 aprile ELENCHI INTRASTAT Presentazioni elenchi Intrastat mensili (Marzo 2020) e trimestrali (I trimestre 2020). | Giovedì 30 aprile DICHIARAZIONE IVA Termine per la presentazione della dichiarazione annuale IVA 2019. IVA RIMBORSO/COMPENSAZIONE TRIMESTRALE Termine per la richiesta di rimborso/compensazione dell’IVA a credito del trimestre precedente (gennaio-marzo 2020).

 

Massimo Valeri

Commercialista