Home / L'Esperto Consiglia  / Formazione  / Università dei Sapori  / La formazione al servizio della ristorazione

La formazione al servizio della ristorazione

Un importante punto di partenza in vista della riapertura

È innegabile che il comparto della ristorazione nel 2020 abbia subito una forte battuta d’arresto a causa del Covid-19, comparto che, con 21 miliardi di euro negli anni pre-pandemia, rappresentava la seconda componente di spesa per i turisti e il servizio maggiormente apprezzato.
Anche se in questo primo trimestre del 2021 non si vede un’inversione di marcia rispetto ai consumi del settore, sta crescendo tra gli italiani la voglia di ritornare ai piaceri della tavola. Come emerge dal sondaggio dall’istituto di ricerca Ixé, per il 41% degli intervistati è prioritario, dopo le istituzioni scolastiche, riaprire ristoranti e bar. Tali dati, come evidenzia altresì una nota di Fipe-Confcommercio, testimoniano «l’importanza che la ristorazione riveste nella quotidianità delle persone, anche come occasione per recuperare un po’ di qualità della vita». Inoltre è «segno che questi sono percepiti come luoghi sicuri».
D’altro canto troviamo i ristoranti e i bar in attesa di riaprire i battenti con la consapevolezza che il Covid-19 ha cambiato molto di ciò che conoscevamo e la modalità di consumo degli italiani: stiamo vivendo un mutamento epocale e le aziende della ristorazione, se vorranno affrontare le nuove prove del futuro, non potranno esimersi da alcune trasformazioni, come ad esempio far evolvere le proprie imprese verso una più attuale e competitiva gestione manageriale, innovare la propria proposta e innalzare il servizio al cliente.
Un passaggio in cui la formazione gioca un ruolo determinante. Ed è qui che Università dei Sapori si inserisce, grazie anche alla nuova sede di Perugia in Via Fontivegge 55, dotata di ampi spazi didattici ad altissimo contenuto tecnologico, per un totale di 2000 metri quadrati e con 9 laboratori dedicati all’attività pratica di cucina, pasticceria, arti bianche, bar, sala e sommellerie.
Università dei Sapori ha da sempre un dialogo costante e costruttivo con l’imprenditoria del settore Ho.re.Ca. e non ha smesso in questo periodo di rispondere ai bisogni formativi di chi crede nella propria passione e vuole migliorare il proprio lavoro.
Non a caso, una parte consistente dell’offerta formativa è rivolta ai professionisti che desiderano aggiornarsi e approfondire temi specifici: un nuovo catalogo generale 2021 di corsi riservati a imprenditori, dipendenti e collaboratori di aziende del settore della ristorazione e bar, con durata variabile da 1 a 3 giorni, è disponibile sul sito www.universitadeisapori.it.
Tutta la formazione di Università dei Sapori è frequentabile tramite il Bonus Chef, un’agevolazione economica interna alla Legge di Bilancio 2021, che prevede un credito d’imposta per i professionisti della ristorazione del 40% fino a 6.000,00 euro massimi di contributo per l’acquisto e la frequenza di corsi di formazione e di aggiornamento professionale. Un’occasione da non perdere, per prepararsi al meglio alle nuove sfide del futuro!

uds@universitadeisapori.it

POST TAGS:

<span class="st">Corsi di Cucina, Scuola di Cucina Professionale per Chef, Pasticceri, Gelatieri, Pizzaioli, Barman, Bartender. Formazione e Consulenza per le Aziende e GDO</span>