Cioccolato, un piacere anche senza glutine

A chi non piace il cioccolato? Alcuni lo definiscono uno dei piaceri della vita, per altri serve semplicemente a staccare dalla routine quotidiana e per regalarsi una dolce pausa. Sia che si tratti di intenditori o di semplici amatori, comunque il cioccolato rappresenta un piacere per tutti e, fortunatamente, anche per i celiaci. Anche chi deve mangiare senza glutine può godere di questa prelibatezza, purché il prodotto che andrà a gustare o che verrà utilizzato per la portata desiderata rispetti i seguenti parametri: che riporti in etichetta la dicitura «senza glutine» oppure il logo spiga barrata dell’Associazione Italiana Celiachia. Oppure deve essere nell’ultima edizione del prontuario degli alimenti sempre di AIC. Altrimenti il prodotto non potrà essere consumato, non essendo garantita la mancata contaminazione da glutine. Ricordo sempre di prestare la massima attenzione anche agli utensili utilizzati e ai piani di lavoro: prima di preparare un piatto senza glutine, eliminiamo con la pulizia ogni residuo di precedenti lavorazioni. Con il cioccolato si possono realizzare infinite preparazioni: a titolo di esempio allego una ricetta tratta dal libro Senza glutine? Naturalmente di Marta Sargeni pubblicato da AIC Umbria.  


COOKIES

Tempo di cottura: 60 minuti

Ingredienti:

  • 150 g di farina di mandorle*
  • 100 g di riso fine
  • 100 g di zucchero
  • 100 g di zucchero di canna
  • 125 g di burro
  • 1 uovo medio
  • 150 g di cioccolato fondente*
  • 80 g di arachidi
  • 8 g di lievito per dolci*
  • 1 bacca di vaniglia
  • 1 pizzico di sale

Preparazione

In una ciotola, mescolare con uno sbattitore elettrico il burro ammorbidito, lo zucchero di canna e lo zucchero bianco. Setacciare la farina con il sale e il bicarbonato di sodio, quindi aggiungerli all’impasto.
Una volta sbattute le uova con i semi di vaniglia in una ciotola a parte, incorporarli gradualmente nell’impasto. A questo punto tritare grossolanamente il cioccolato e, con l’aiuto di un cucchiaio, procedere con l’aggiunta al composto. L’impasto dei cookies va fatto riposare in frigo per una ventina di minuti; nel frattempo, preriscaldare il forno a 170° C. Quando l’impasto sarà freddo, procedere alla formazione di palline di circa tre centimetri di diametro, aiutandosi con due cucchiaini. Disporle sulla teglia ben distanziate in quanto, cuocendo, si espanderanno.
Cuocere per circa 15 minuti, osservandole ogni tanto – dato che il tempo di cottura può variare in base al forno e alla grandezza delle palline ottenute.
I cookies sono pronti quando risultano leggermente dorati, ma devono essere ancora un po’ morbidi. Quando i cookies sono cotti, tirarli fuori dal forno e lasciarli riposare per qualche minuto. Quando si saranno induriti, spostarli su una griglia per farli raffreddare completamente.
Questi biscotti, ottimi per il tè, possono essere conservati per qualche giorno in una scatola di metallo. In realtà, non ce ne saranno più prima che diventino completamente freddi.

*controllare che il prodotto riporti la dicitura «senza glutine» o sia presente nel prontuario AIC.

Samuele Rossi

Presidente Associazione Italiana Celiachia Umbria