Insalata agreste

La razza chianina è tra le più antiche del mondo. È allevata da almeno ventidue secoli, come testimoniano scrittori dell’antica Roma come Plinio il Vecchio e Virgilio, ed era principalmente utilizzata come forza lavoro da Etruschi e Romani. È una razza autoctona nella Media Valle del Tevere e nella Val di Chiana, caratterizzata da gigantismo somatico. È infatti la più grande delle razze bovine conosciute nel mondo e nei tori adulti raggiunge al garrese i 2 metri di altezza, superando i 17 quintali di peso. In passato era una razza a duplice attitudine – carne e lavoro. Oggi è la seconda razza da carne in Italia, famosa per la bontà delle sue carni marezzate e tenere, che trovano la massima valorizzazione nella bistecca alla fiorentinaCurarsi a Tavola propone una Insalata agreste come contorno sfizioso e fresco a una bella bistecca alla fiorentina classica. 


INSALATA AGRESTE 

Ingredienti: 

  • piantine giovanissime di erbe spontanee
  • olio evo
  • sale fino
  • aceto o limone o vinagrette

Procedimento:

La primavera rappresenta il momento ideale per la raccolta di erbette commestibili da consumare crude in insalata. Ma anche alla fine dell’estate, dopo i caldi estivi e le piogge di agosto, si può sfruttare la nuova germinazione o la ricrescita di molte interessanti essenze mangerecce e salutari. Si possono abbinare, per esempio, piantine di tarassaco con i fiori gialli, di cicoria selvatica e di borragine con i fiori azzurri, cime di portulaca con i suoi piccolissimi fiori gialli, foglioline e fiori di ruchetta, foglioline di crispino con capollini gialli. Conditi con sale, olio e aceto o meglio ancora con una delicata vinagrette, sono un ottimo contorno per una bistecca alla fiorentina o come antipasto.