Proprietà aromatiche e medicinali

Per molti secoli la carne di coniglio ha rappresentato un importante contributo proteico all’alimentazione umana perpetrato grazie all’allevamento domestico, sistema via via sostituito da allevamenti più o meno intensivi. Ovviamente la qualità della carne fra i vari sistemi risulta diversa: più saporita, consistente e sana quella degli allevamenti domestici.
Nel libro Curarsi a Tavola di Frate Indovino viene proposta, fra le altre, una ricetta a base di coniglio con le erbe aromatiche officinali: basilico, menta, maggiorana, origano e salvia.
Il basilico, caro alla cucina mediterranea, possiede gradevoli caratteristiche aromatiche, ma anche specifiche virtù salutari. Contiene un olio essenziale, diverse sostanze tanniche e s’impiega per stimolare i processi digestivi e attenuare i crampi allo stomaco.
Sono molte, invece, le varietà di menta aromatica presenti in Italia, tutte con analoghe proprietà aromatiche e salutari. Esse contengono fibre, proteine, carboidrati e molti minerali, fra cui calcio, potassio, magnesio, rame, manganese, sodio, fosforo, le vitamine A, B, C e D e molti amminoacidi – compresi quelli che l’organismo umano non riesce a sintetizzare – e oli essenziali usati in medicina e profumeria.
La maggiorana, dal canto suo, ha originali caratteristiche aromatiche cui si associa la proprietà di stimolare la secrezione dei succhi gastrici utili ai processi digestivi e una capacità sedativa di molti disturbi dolorosi.
L’origano, botanicamente molto vicino alla maggiorana, è molto usato nella cucina mediterranea e ha caratteristiche aromatiche e medicinali simili a quelle della maggiorana, accentuate nelle piante cresciute in climi caldi.
La salvia, ricca di caratteristiche officinali, ha proprietà eupeptiche, digestive, colagoghe, balsamiche, espettoranti, antisettiche e antinfiammatorie. È stata usata come medicamento fin dall’antichità, sia per uso esterno sia interno.
Più dettagliate caratteristiche di queste piante sono descritte nell’ultimo libro Le Piante della Salute, recentemente edito da Frate Indovino, in cui vengono descritte le proprietà curative di 169 specie vegetali e il loro modo d’impiego come infusi, decotti, pomate e altre forme di preparazione.


CONIGLIO ALLE ERBE AROMATICHE

INGREDIENTI:
  • 1 coniglio
  • 2 pomodori maturi
  • 2 bicchieri di vino bianco
  • aceto balsamico
  • 1 rametto di basilico
  • 1 rametto di menta
  • 1 rametto di maggiorana
  • 1 rametto d’origano
  • 1 rametto di salvia
  • olio extravergine di oliva
  • sale
PROCEDIMENTO

Tagliare il coniglio a pezzi di media grandezza e lasciarli a bagno per alcune ore in metà del vino e in alcune foglie dei profumi vegetali citati. Quindi scolare i pezzi di coniglio e rosolarli molto bene in olio extravergine di oliva, salando quanto basta. Aggiungere gli odori – menta, timo, basilico, salvia, origano e maggiorana – legati in un mazzetto e il vino rimasto, lasciandolo evaporare a tegame aperto. I pezzi di coniglio vanno poi rigirati più volte e cotti ben bene nel tegame coperto. A parte, preparare una dadolata di pomodori saltati velocemente in padella con olio extravergine di oliva molto caldo e qualche cucchiaio di aceto balsamico e sale. Sistemare i pezzi di coniglio sulla salsa che si è formata sul fondo del tegame di cottura, ricoprirli con la dadolata di pomodori e adornare il piatto con rametti delle erbe aromatiche usate.