Non solo pasta: torna a Foligno I Primi d’Italia

Primi d’Italia – Festival nazionale dei primi piatti, giunto ormai alla sua XXI edizione, è una manifestazione che investe l’intero centro storico di Foligno (PG). La città si pone, quindi, per quattro giorni – dal 26 al 29 settembre 2019 – al servizio della cultura dei primi piatti: non solo pasta, ma anche riso, zuppe, gnocchi e polenta, a cui si aggiungono tutti quei prodotti agroalimentari indispensabili alla personalizzazione dei singoli piatti. I luoghi caratteristici di Foligno, trasformati per l’occasione in villaggi – tra i quali si contano quello della Paella, della Polenta, del Cous Cous, della Pasta Fresca Ripiena, delle Erbette e degli Gnocchi Fatti a Mano, giusto per fare qualche esempio – ospitano una vera e propria maratona culinaria, dove vengono servite non-stop oltre cento ricette di primi 
A fare da cornice alla manifestazione intervengono corsi di cucina, cooking show, momenti di spettacolo e intrattenimento, così come una mostra mercato unica e a tutto tondo, tra spezie, varie tipologie di pasta artigianale provenienti da tutta Italia, prodotti senza glutine, tipicità locali e mediterranee, così come utensili e complementi per la cucina.  
Torna anche il grande appuntamento con A Tavola con le Stelle. Quest’anno il pubblico potrà gustare le specialità stellate di Valeria Piccini del ristorante Da Caino di Montemerano (GR), di Marco Bottega del ristorante Aminta di Genazzano (RM) Silvia Baracchi de Il Falconiere di Cortona (AR).  
Un calendario di appuntamenti pensato per coinvolgere anche i più piccoli, grazie a I Primi d’Italia Junior e al pranzo della domenica corredato da una coinvolgente animazione.  
I Primi d’Italia, organizzato da Epta Confcommercio Umbria, può altresì vantare collaborazioni d’eccellenza con Radio Subasio e Trenitalia, rispettivamente official radio e official carrier del Festival. Chi raggiungerà Foligno a bordo dei treni regionali avrà diritto a sconti dedicati all’interno del Festival e all’ingresso dei principali musei cittadini. 
«Dopo il grande successo della scorsa edizione» dichiara Aldo Amoni, presidente di Epta «siamo ripartiti con tanto entusiasmo per proporre un programma che conquisti ancora una volta il pubblico. A Foligno troverete tante novità e nomi incredibili per celebrare in grande stile i primi piatti e la cultura alimentare italiana. Da sottolineare la presenza dello chef atomico Andrea Mainardi, che sarà con noi sul palco de I Primi d’Italia il giorno dell’apertura del Festival. Non solo. In occasione dei cinquecento anni dalla morte di Leonardo Da Vinci abbiamo organizzando una bellissima mostra con i suoi disegni e un convegno dedicato al genio e il buon mangiare. Leonardo, infatti, era un amante della buona cucina e sembra che abbia ideato la prima macchina degli spaghetti della storia!» 

www.iprimiditalia.it 

Eleonora Cesaretti

Giornalista, Dottoressa in Lettere Moderne e in Informazione, Editoria e Giornalismo