fbpx
Home / Top Chef  / Silvia Regi Baracchi: un’etrusca nel mondo

Silvia Regi Baracchi: un’etrusca nel mondo

La chef cortonese che gira il mondo.

«Sono veramente Etrusca!», così esordisce Silvia Regi Baracchi quando si racconta. Nata a Perugia e cresciuta a Cortona, in effetti Silvia proviene dal cuore dell’Etruria, una terra che, oltre a forgiare la sua personalità, l’ha profondamente ispirata nel suo lavoro. Figlia di ristoratori – potremmo dire che il suo futuro era tracciato – grazie alla sua passione, unita a un talento innato, ha raggiunto traguardi importanti. 
Nel 1989 Silvia, insieme e suo marito Riccardo, apre il ristorante Il Falconiere, dove crea una cucina che riflette il suo stile e il suo personale modo di interpretare i piatti. Accanto all’attività ne Il Falconiere, che nel tempo è cresciuto diventando un elegante wine resort 5 stellela sua curiosità e voglia di mettersi in gioco l’hanno portata a collaborare con molti chef del panorama mondiale, portando la sua cucina cortonese nel mondo (ricordiamo la sua partecipazione Chef in the Sky a Helsinki, Bruxelles e Riga). 
Nel suo ristorante ha invitato per cene a quattro mani grandi chef  Gianni d’Amato, Antonino Cannavacciuolo, Paolo Gramaglia, Claudio Sadler e Andrea Alfieri, nonché la sua amica Valeria Piccini  e ha stretto sodalizi con importanti personaggi internazionali come la famosa food writer russa Belonika, che ha scelto Il Falconiere come location per i suoi celeberrimi corsi di cucina. 
È attualmente in Cina, tra Shanghai e Beijing and Guangzhou, dove rappresenterà la sua terra in diversi eventi culinari, sia con Relais & Chateaux sia in altri prestigiosi ristoranti. Insomma, un’Etrusca nel mondo, sempre pronta a esperienze stimolanti e a nuove sfide, con il cuore ben radicato nella sua Cortona. 

La Ricetta dello Chef