Registratore telematico: credito d’imposta

Gli esercenti che effettuano le operazioni di cui all’art. 22, D.P.R. n. 633/1972 (commercio al minuto e attività assimilate), dal 1° gennaio 2020, sono obbligati alla memorizzazione e trasmissione telematica del corrispettivi. Tale obbligo è stato anticipato al 1° luglio scorso per gli stessi contribuenti che hanno conseguito, l’anno precedente, un volume d’affari superiore a € 400.000.
L’art. 2, comma 6-quinquies, D.Lgs. n. 127/2015 prevede, un contributo, sotto forma di credito d’imposta, a fronte dell’acquisto o dell’eventuale adattamento del registratore di cassa, al fine di adeguarsi al nuovo obbligo.
Tale credito, limitato agli acquisti fatti nel 2019 e 2020, è pari al 50% della spesa sostenuta e con un importo massimo pari a € 250,00 in caso di acquisto di un nuovo registratore telematico e € 50,00, in caso di adattamento del registratore di cassa già in possesso.
Le modalità di attuazione del credito d’imposta sono state diramate dall’Agenzia delle Entrate con il Provv. n. 49842/2019, dal quale si evince che esso è utilizzabile esclusivamente in compensazione con il modello F24 a decorrere dalla prima liquidazione periodica IVA successiva al mese in cui è registrata la fattura relativa all’acquisto o all’adattamento degli strumenti, e il relativo corrispettivo sia stato pagato con modalità tracciabile.
Da ciò ne deriverebbe che la spettanza del credito e la decorrenza del suo utilizzo non sarebbero legate alla «soluzione» di pagamento concordata con il venditore e quindi il beneficio spetterebbe a prescindere dal fatto che il pagamento avvenga in unica soluzione, a rate o posticipatamente all’acquisto (la decorrenza dell’utilizzo è legata alla registrazione della fattura di acquisto).
Poiché la norma istitutiva del credito parla invece di beneficio riconosciuto a fronte della spesa «sostenuta» nel 2019 e 2020, alcuni operatori del settore sembrano ritenere che l’incentivo possa esser fruito limitatamente alla quota pagata nell’anno. Sarebbe opportuno, dunque, un chiarimento ufficiale da parte dell’Amministrazione finanziaria sul punto.
Il codice tributo da indicare nella compilazione del modello F24 per l’utilizzo in compensazione del credito d’imposta è il 6899, istituito con la Ris. n. 33/E/2019, in cui sono state diramate anche le relative istruzioni operative.
Il modello F24 andrà presentato esclusivamente tramite i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate.
Il credito d’imposta andrà indicato nella dichiarazione dei redditi dell’anno d’imposta in cui è stata sostenuta la spesa e nella dichiarazione degli anni d’imposta successivi, fino a quando se ne conclude l’utilizzo (per la spesa sostenuta nel 2019, dunque, l’indicazione del credito avverrà al quadro RU del Modello Redditi/2020).


IL CALENDARIO DEL CONTRIBUENTE

GENNAIO 2020

Giovedì 16 gennaio IRPEF RITENUTE ALLA FONTE SU REDDITI LAVORO DIPENDENTE E ASSIMILATI E SUI REDDITI DI LAVORO AUTONOMO Versamento delle ritenute relative ai redditi di lavoro dipendente e assimilati e sui redditi di lavoro autonomo, corrisposti nel mese di dicembre 2019. IVA – CONTRIBUENTI MENSILI Termine per procedere alla liquidazione nonché al versamento dell’imposta eventualmente a debito relativa al mese di dicembre 2019. CONTRIBUTI INPS MENSILI Versamento all’INPS da parte dei datori di lavoro dei contributi previdenziali dei lavoratori dipendenti, relativi alle retribuzioni maturate nel mese di dicembre 2019. IMPOSTA SUGLI INTRATTENIMENTI Termine per il versamento dell’imposta sugli intrattenimenti del mese di dicembre 2019. | Lunedì 20 gennaio IMPOSTA DI BOLLO FATTURE ELETTRONICHE
Versamento imposta di bollo virtuale sulle fatture elettroniche emesse nel IV trimestre 2019.

FEBBRAIO 2020

Lunedì 17 febbraio IRPEF RITENUTE ALLA FONTE SU REDDITI LAVORO DIPENDENTE E ASSIMILATI E SUI REDDITI DI LAVORO AUTONOMO Versamento delle ritenute relative ai redditi di lavoro dipendente e assimilati e sui redditi di lavoro autonomo, corrisposti nel mese di gennaio 2020. IMPOSTA SOSTITUTIVA SULLA RIVALUTAZIONE DEL TFR Versamento del saldo dell’imposta sostitutiva sulla rivalutazione del TFR per l’anno 2019. IVA CONTRIBUENTI MENSILI Termine per procedere alla liquidazione nonché al versamento dell’imposta eventualmente a debito relativa al mese di gennaio 2020. CONTRIBUTI INPS MENSILI Versamento all’INPS da parte dei datori di lavoro dei contributi previdenziali dei lavoratori dipendenti, relativi alle retribuzioni maturate nel mese di gennaio 2020. CONTRIBUTI INPS IVS – ARTIGIANI E COMMERCIANTI Ultimo giorno utile per il versamento dei contributi IVS – IV rata fissa 2019. AUTOLIQUIDAZIONE INAIL Ultimo giorno utile per procedere all’autoliquidazione INAIL saldo 2019/rata 2020 e pagamento della prima in caso di rateazione o unica rata. IMPOSTA SUGLI INTRATTENIMENTI Termine per il versamento dell’imposta sugli intrattenimenti del mese di gennaio 2020. | Venerdì 28 febbraio COMUNICAZIONE DATI LIQUIDAZIONI PERIODICHE IVA Trasmissione telematica dei dati contabili riepilogativi delle liquidazioni periodiche IVA relative al IV trimestre 2019.

Massimo Valeri

Commercialista