Il Postmodernissimo di Matteo Messini

Entrando nel bar La meglio gioventù a Magione (Perugia), si respira subito una bella atmosfera accogliente: il locale con l’arredamento vintage ci mette immediatamente a nostro agio. Ci attende il barman e proprietario del locale, Matteo Messini, a cui chiediamo se fra i suoi cocktail, che sono diventati celebri nel territorio (e non solo), ce n’è qualcuno a base di zenzero.
Naturalmente la risposta è positiva, a testimonianza della fama crescente di questa particolare e aromatica spezia; anzi, Matteo ci racconta che proprio uno dei cavalli di battaglia de La meglio gioventù è a base di Vodka fermentata allo zenzero.
Prima di arrivare alla preparazione dell’originale bevanda, chiediamo a Messini di raccontarci qualcosa del suo lavoro, di come è arrivato a essere un esperto di cocktail – tanto da aver ricevuto importanti premi e riconoscimenti – e qual è il segreto di questo mestiere. Matteo ci racconta di essere un autodidatta, di aver girato il mondo – da Manhattan a Madrid, da Londra a Kiev – con gli occhi bene aperti sulle tendenze, le novità del momento e i trucchi del mestiere. Ci dice che anche se Magione non può essere paragonata a Londra, l’originalità dei suoi cocktail, la bravura, unita a una grande inventiva e a una politica basata su prezzi accessibili, hanno fatto il successo di un locale che, dall’ora dell’aperitivo fino a notte inoltrata, è sempre affollatissimo. I cocktail – inventati da lui sperimentando, testando, selezionando con cura e pazienza – sono richiestissimi da clienti giovani e meno giovani che, nella maggioranza dei casi, si affidano al barman per la scelta della consumazione. Matteo infatti gioca a indovinare il cocktail più adatto alla persona che si trova di fronte, proponendogli la soluzione che ritiene più adatta, in una sorta di simpatico test a cui gli avventori del locale si prestano volentieri. I nomi scelti per le sue creazioni si ispirano a film – Vizio di forma, Morte a Venezia, Se mi lasci ti cancello, giusto per citarne alcuni – scelti in base a sue suggestioni più che agli ingredienti che contengono. Insomma, una sorpresa che, da quanto abbiamo colto assaggiando personalmente, non lascia mai delusi.


POSTMODERNISSIMO

Ingredienti

  • 45 ml di Vodka Stolichnaya fermentata allo zenzero
  • 15 mg di zucchero
  • 15 ml di limone
  • 15 ml di albume d’uovo

Metodo

Shakerare insieme tutti gli ingredienti

Guarnizione

Lemon peel

Bicchiere

Martini Glass