fbpx
Home / Top Chef  / Pietro Leemann, inno alla cucina naturale

Pietro Leemann, inno alla cucina naturale

Lo chef che è filosofo del gusto e precursore della cucina naturale

Pietro Leemann, un filosofo del gusto e un precursore della cucina naturale, nasce a Locarno, in Svizzera, nel 1961. Sin da bambino coltiva il suo amore per la terra e la natura, e nel 1976, folgorato da una bavarese alla vaniglia del grande cuoco ticinese Angelo Conti Rossini, decide di intraprendere la carriera culinaria. Inizia a studiare alla scuola alberghiera e a frequentare le brigate di maestri come Gualtiero Marchesi e Frédy Girardet, dai quali acquisisce i principi fondamentali di questo mestiere: da Girardet esplora la nouvelle cuisine, da Marchesi la sua cucina creativa.
Negli anni Ottanta si avvicina alla cucina vegetariana e alla cultura orientale e, dopo un percorso introspettivo e un peregrinare in Asia – per due anni vive in Cina e Giappone e insegna a Osaka presso la prestigiosa Scuola di Cucina Tsuiji – torna in Italia nel 1989 e con un gruppo di amici decide di aprire a Milano il primo ristorante vegetariano gourmet: Joia, considerato ancora oggi la più importante realtà in Europa e nel mondo di cucina verde, etica e sostenibile. Nel 1996 è stato il primo ristorante vegetariano europeo a essere premiato con la prestigiosa stella Michelin. «La mia cucina è un inno alla natura e alla vita, pur essendo rigorosa è giocosa e leggera. Il veicolo per trascorrere un piacevole momento assieme» spiega lo chef.
Nel 2000 viene insignito del premio Pellegrino Artusi per la qualità e l’originalità della sua cucina e nel 2010 di quello della Città di Fabriano. Nel 2015 invece è Chef Ambassador in occasione di ExpoMilano.
Per divulgare i valori della scienza vegetariana, sviluppata da un punto di vista alimentare, filosofico, sociale, salutare e agricolo, fonda la Joia Academy: attraverso un ricco programma di corsi pratici e teorici, la scuola è lo strumento ideale per riuscire a realizzare una cucina sana e adatta al tempo attuale.
Anche la scrittura ricopre un ruolo fondamentale nella sua vita: può vantare una decina di libri al suo attivo e insieme all’amico giornalista Gabriele Eschenazi ha fondato The Vegetarian Chance, il primo festival internazionale di cultura e cucina vegetariana.

La Ricetta dello Chef